Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

KIAGOLD Bacche di Goji

module bg

bacche di goji foto 2014
LYCIUM BARBARUM
 
Le bacche di Goji sono i frutti di un arbusto spontaneo di origine tibetana, il LYCIUM BARBARUM, appartenente alla famiglia delle Solanaceae. Questi piccoli frutti rossi sono considerati un elemento essenziale nella medicina tradizionale cinese e del territorio asiatico, per il valore dei loro nutrienti. 
Dai primi anni del 21° secolo vi è stata una rapida crescita di interesse per le bacche del Lycium barbarum (bacche di Goji) e per i loro potenziali effetti benefici sulla salute.

Informazioni botaniche: le varietà di Lycium
Gli ambienti di crescita naturali del Lycium barbarum sono le valli Himalayane, il Tibet, la Cina del Nord e la Mongolia, ma la specie è stata ampiamente introdotta e naturalizzata anche in Europa.
La pianta si presenta come un arbusto perenne, in grado di raggiungere i 3 metri di altezza. Il Lycium barbarum possiede foglie oblunghe e produce fiori di color viola. Il frutto maturo è una bacca carnosa oblunga di colore rosso acceso o arancione: in essa sono racchiuse tutte le interessanti proprietà del Goji.

Le potenziali proprietà delle bacche di Goji
Gli studi scientifici finora pubblicati riportano diversi effetti biologici del Lycium barbarum in vitro e in modelli animali. La ricerca di base evidenzia che le bacche di Goji, per la loro caratteristica composizione, potrebbero indurre benefici contro le malattie cardiovascolari, infiammatorie, connesse alla visione (ad esempio degenerazione maculare o glaucoma), neurodegenerative ecc. Esistono anche alcuni studi clinici preliminari dai risultati incorraggianti sul miglioramento della sensazione di benessere generale, per aumentare la resistenza allo stress psico-fisico. Ancora oggi, i polisaccaridi delle bacche di Goji sono oggetto di un’intensa attività di ricerca.
Attualmente, gli studi sembrano confermare le caratteristiche energizzanti, antiossidanti e di supporto al sistema immunitario delle bacche di Goji.

In base alla loro caratteristica composizione fitochimica,

le bacche di Goji possono potenzialmente apportare numerosi benefici, tra i quali:
Rafforzare le difese immunitarie;
Avere effetti antiossidanti;
Combattere la stanchezza fisica e svolgere un’azione energizzante;
Migliorare la memoria e la concentrazione;
Agire contro le allergie;
Proteggere la vista;
Migliorare la funzionalità intestinale;
Regolare l’equilibrio acido-basico del sangue, normalizzando il pH.

Le bacche di Goji: i nutrienti e le sostanze fitochimiche
Carboidrati, proteine, grassi e fibra alimentare;
18 amminoacidi (essenziali e non essenziali);
11 minerali fondamentali (calcio, potassio, ferro, zinco, selenio, fosforo, manganese, magnesio, rame, germanio e cromo etc.);
6 vitamine essenziali: vitamine del gruppo B (B1, B2, B3), Vitamina A, C e altre in tracce;
8 polisaccaridi e 6 monosaccaridi (alcuni dei quali sono specifici di questa bacca e non sono presenti altrove);
5 acidi grassi, compresi acidi grassi essenziali, acido linoleico e acido alfa-linolenico;
Beta-sitosterolo e altri fitosteroli;
Carotenoidi: beta-carotene, zeaxantina, luteina, licopene e criptoxantina;
Altre sostanze come: flavonoidi, polifenoli, betaina ecc.

La Commissione Europea per la vigilanza sulla sicurezza alimentare ha definito sicuro il consumo delle bacche del Lycium barbarum, come ingrediente alimentare. In Italia, il Ministero della Salute indica il Goji (Lycium Barbarum L.) nella lista degli estratti vegetali impiegabili, come integratore “antiossidante” (DLgs 21 maggio 2004, n. 169).

Il frutto del Lycium Barbarum: le bacche di Goji

Le bacche di Goji si presentano come piccoli frutti del diametro di 1-2 cm. Una volta maturi, assumono un colore arancione-rosso acceso e un gradevole sapore dolce, che ricorda il mirtillo.
Inoltre, le bacche di Goji essiccate (distribuite in sacchetti) possono essere consumate secche o previa reidratazione, immergendole in acqua o nello yogurt per circa 15 minuti.

 
Kiagold Bacche di GojiPer approfondire l’argomento: alcune finalità modulate dalle componenti del Goji
Le bacche di Goji hanno potenzialmente effetti salutari per il nostro organismo, dovuti alla presenza di sostanze antiossidanti, come vitamine, minerali, carotenoidi, polisaccaridi ed altri costituenti che svolgono un’efficace attività adattogena, protettiva ed immunostimolante. In particolare, questi frutti contengono quattro polisaccaridi non presenti in altre specie botaniche finora conosciute, che lavorano insieme per supportare le funzioni del sistema immunitario. Questi polisaccaridi bioattivi sono chiamati Lycium Barbarum Polysaccharides (LBP1, LBP2, LBP3 e LBP4). I LBP sono stati definiti “molecole master”, poiché interverrebbero in determinati meccanismi di difesa biochimici del nostro organismo: sono capaci di attivare il sistema immunitario e lo rendeno abile nel distinguere tra cellule sane e cellule malate, soprattutto in particolari patologie (in vitro hanno dimostrato importanti attività biologiche: antiossidante, immunomudolante, antitumorale, neuroprotettiva, radioprotettiva, antidiabetica, epatoprotettiva, antiosteoporotica ed antifatica). Nelle bacche di Goji, la presenza dei polisaccaridi LBP, associata al naturale contenuto di vitamina C, ha evidenziato un’azione immunostimolante e di sostegno ai meccanismi dell’immunità specifica e aspecifica (macrofagi e linfociti). Le bacche di Goji contengono anche acidi grassi essenziali, importanti per la salute del sistema cardiocircolatorio. I flavonoidi, svolgono un’attività di “scavenging” (“spazzini” dei radicali liberi), e assieme agli altri antiossidanti contribuiscono a ridurre i rischi legati al colesterolo alto e all’iperglicemia.
Infine, nel caso si stia seguendo una dieta ipocalorica e controllata, il frutto non incide negativamente sull’equilibrio dietetico: le bacche possiedono unbasso indice glicemico (valore pari a 28 sulla scala IG dell’indice glicemico) e possiedono un effetto saziante.
 
Le potenziali proprietà delle bacche di Goji
Gli studi scientifici finora pubblicati riportano diversi effetti biologici del Lycium barbarum in vitro e in modelli animali. La ricerca di base evidenzia che le bacche di Goji, per la loro caratteristica composizione, potrebbero indurre benefici contro le malattie cardiovascolari, infiammatorie, connesse alla visione (ad esempio degenerazione maculare o glaucoma), neurodegenerative ecc. Esistono anche alcuni studi clinici preliminari dai risultati incorraggianti sul miglioramento della sensazione di benessere generale, per aumentare la resistenza allo stress psico-fisico. Ancora oggi, i polisaccaridi delle bacche di Goji sono oggetto di un’intensa attività di ricerca.
Attualmente, gli studi sembrano confermare le caratteristiche energizzanti, antiossidanti e di supporto al sistema immunitario delle bacche di Goji.
 
Possibili interazioni farmacologiche con le bacche di Goji
Le Bacche di Goji possono interagire con i seguenti farmaci:
Farmaci anticoagulanti come il Warfarin (Coumadin ®): il Goji può alterare l’effetto della terapia, provocando cali improvvisi della pressione arteriosa e aumentando le possibilità di ecchimosi od emorragie.
Farmaci antiipertensivi (per il controllo della pressione alta): l’associazione del Goji con i farmaci prescritti per la terapia dell’ipertensione arteriosa può causare un’eccessiva diminuzione della pressione sanguigna. Alcuni di questi farmaci sono: captopril, enalapril, losartan, valsartan, diltiazem, amlodipina, idroclorotiazide, furosemide ecc.
Farmaci per il diabete: l’interazione può provocare fenomeni anomali di ipotensione, sensazioni di vertigini, abbassamento eccessivo della glicemia e svenimenti. Alcuni di questi farmaci includono: glimepiride, gliburide, insulina, pioglitazone, rosiglitazone, clorpropamide, glipizide, tolbutamide ecc.
Infine, anche i farmaci metabolizzati a livello epatico (substrati del citocromo P450 2C9, CYP2C9) possono interagire negativamente in caso di assunzione del Goji. Gli effetti collaterali possono essere diversi (esempio: la velocità di metabolizzazione delle molecole farmacologiche può diminuire oppure possono presentarsi altri effetti indesiderati relativi al farmaco).

Condizioni che richiedono particolare attenzione sono:
Selenio: Si ricorda che le bacche di Goji contengono elevate quantità di selenio, che se assunto in dosi eccessive con la dieta, anche da altre fonti, può risultare dannoso per la salute.
Reazioni allergiche: casi di allergia alle bacche non sono stati documentati. Il Goji dovrebbe essere evitato da soggetti allergici ai pollini, in quanto potrebbe provocare delle reazioni negative dopo l’ingestione dei diversi derivati del frutto. In alcuni casi, le bacche potrebbero amplificare i sintomi dell’allergopatia.
Gravidanza e allattamento: l’assunzione delle bacche di Goji è potenzialmente pericolosa durante la gravidanza o l’allattamento, per la presenza della betaina e di selenio.
Ipertensione e ipotensione: le bacche di Goji possono provocare un improvviso calo della pressione sanguigna. La loro assunzione andrebbe quindi evitata in caso di bassa pressione sanguigna o se si sta seguendo una terapia per il controllo dell’ipertensione arteriosa.
Diabete: è consigliabile monitorare i livelli di zuccheri nel sangue con attenzione, in quanto alcuni derivati del Lycium barbarum possono abbassare eccessivamente la glicemia.
Avvertenze nell’utilizzo delle bacche di Goji
Come per ogni alimento naturale in persone in buona salute e nelle dosi indicate, non sono stati riscontrati effetti indesiderati. In generale, è consigliabile rivolgersi al proprio nutrizionista prima di integrare nella propria dieta le bacche di Goji.
 
Kiagold International Aliments ricorda che le bacche di Goji sono esclusivamente prodotti della natura, è non sono indicate per curare o prevenire alcuna malattie e diffida chiunque possa far intendere proprietà miracolose o curative a questo prodotto.
La nostra missione è quella di selezionare e distribuire da tutto il mondo prodotti sani e naturali.
 
Testo tratto da www.my-personaltrainer.it
 
module bg